Direttore responsabile: Dott.ssa Antonella Bisceglia
Bandiera Europa





Press Regione

(PressRegione - Agenzia Giornalistica,
Direttore responsabile Elena Laterza - Iscritta al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n. 26/2003)
Nardoni a riunione Commissione Politiche Agricole

“Una Commissione Politiche Agricole molto partecipata e che intende rilanciare con forza il ruolo delle Regioni nel confronto diretto con il Governo specie su temi di ande urgenza come la nuova Programmazione PAC 2014-2020, il Piano Agricolo nazionale sull’uso dei fitofarmaci, gli OGM, la caccia, la possibilità di integrare il quantitativo di gasolio agricolo in caso di crisi dei comparti e le problematiche di un settore fortemente in crisi come quello della pesca”.

E’ il commento dell’Assessore alle risorse agroalimentari della Regione Puglia nonché coordinatore di tutti gli assessori regionali al ramo italiani, Fabrizio Nardoni, all’indomani della riunione svoltasi la scorsa settimana a Roma.

“Abbiamo l’obbligo di approfondire, con gruppi di lavoro interregionali a livello tecnico, tematiche che premono urgentemente anche sul fronte della governance – spiega l’assessore Nardoni – perché è impensabile che, ad esempio, sulle linee guida ISPRA relative ai pareri da emettere sui calendari venatori o sul Fondo della programmazione strutturale in materia di pesca, il Governo possa andare avanti senza il coinvolgimento diretto delle regioni nell’alveo delle competenze riconosciute costituzionalmente”.

Si cambia dunque registro e la Conferenza delle Regioni e delle province autonome la scorsa settimana in tal senso ha adottato la linea degli incontri tematici.

“Su ciascuno di questi temi stiamo preparando con le regioni coinvolte dei dossier che saranno oggetto di discussione con la Ministra Nunzia De Girolamo – spiega ancora il coordinatore nazionale Fabrizio Nardoni – a cominciare dalla necessità, rappresentata proprio dalla delegazione pugliese, di un approfondimento ulteriore circa la crisi che investe il settore floricolo fino alle criticità del settore pesca dove la carenza di utili, l’esiguità della risorsa naturale, una normativa comunitaria carente sul fronte delle specificità dell’area mediterranea, mettono in serio pericolo un comparto fondamentale per l’Italia e per regioni come la Puglia in particolare”.

“Per attenuare gli effetti della crisi, la Puglia si sta impegnando molto sia sul fronte della Conferenza Stato-Regioni sia a livello territoriale – continua l’assessore pugliese –  sfruttando in questo caso anche le opportunità dalla Comunità Europea relativamente all’autoregolamentazione dello sforzo di pesca e ai piani di gestione per la salvaguardia della risorsa mare”.

I gruppi di lavoro sui singoli di temi stanno già lavorando ai dossier che dovranno pervenire alla Regione Puglia entro il prossimo martedì 4 giugno.

Nel frattempo la Regione Puglia ha stabilito di inviare una nota al nuovo Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, De Girolamo per sollecitare l’avvio dei lavori del tavolo di confronto misto MIPAAF-Regioni concordato a suo tempo con l’ex Ministro Catania.

Nella discussione dovrebbe trovare spazio anche il tavolo di lavoro per la soluzione sul piano finanziario delle APA (Associazioni provinciali allevatori) e dell’ AIA (Associazione italiana allevatori). Un percorso sollecitato in Commissione e che dovrebbe approdare sul tavolo del Ministro nel giro delle prossime audizioni.

“In questa settimana contiamo di avere gli ordini del giorno già definiti – dice Nardoni - e tornare così all’interlocuzione con il Governo con un quadro dettagliato di interventi da mettere in campo urgentemente”.

Nell’ambito della riunione romana il coordinatore Nardoni ha comunicato, inoltre, a tutti gli assessori di aver incontrato la Ministra De Girolamo e aver concordato con lei l’avvio di tutte le attività rimaste in sospeso.

Condividi via email  Visualizza in formato pdf Condividi su facebook Condividi su Twitter
Data: Lun, 03 Giugno 2013 @ 13:03
Categoria: Comunicati S. Stampa Giunta
Scritto da: