Direttore responsabile: Dott.ssa Antonella Bisceglia
Bandiera Europa





DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 11 marzo 2015, n. 425


Istituzione del Tavolo tecnico sull’Assistenza Protesica.



L’Assessore al Welfare, sulla base dell’istruttoria espletata dalla Responsabile della A.P “Riabilitazione - Strutture residenziali e semiresidenziali, centri diurni e ambulatoriali - Strutture sociosanitarie” e confermata dal Dirigente dell’Ufficio Organizzazione Assistenza Ospedaliera e Specialistica e dal Dirigente ad Interim del Servizio P.A.O.S.A., riferisce quanto segue:

Il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 29 novembre 2001, recante “Definizione dei livelli essenziali di assistenza” pubblicato nel Supplemento ordinario n. 26 alla Gazzetta Ufficiale n. 33 dell’8 febbraio 2002, come modificato dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 28 novembre 2003, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 10 dicembre 2003, n. 286, prevede l’assistenza protesica tra i Livelli essenziali di assistenza da assicurarsi da parte del Servizio sanitario nazionale.
Le prestazioni di assistenza protesica e l’erogazione dei relativi dispositivi ed ausili è disciplinata dal Decreto ministeriale 27 agosto 1999, n. 332 ad oggetto “ Regolamento recante norme per le prestazioni di assistenza protesica erogabili nell’ambito del Servizio sanitario nazionale: modalità di erogazione e tariffe”.
La legge regionale 25 gennaio 2010, n.4 all’art.32 recante “Norme urgenti in materia di Sanità e Servizi Sociali” ha ulteriormente disciplinato la normativa in materia di protesi, ortesi e ausili tecnici, istituendo l’Elenco regionale delle ditte produttrici e/o fornitrici dei dispositivi protesici di cui all’allegato 1 al DM 332/99, ovvero dei dispositivi protesici su misura e predisposti.
Con deliberazione di Giunta regionale n. 1312 del 03/06/2010 e s.m.i. sono stati definiti i requisiti strutturali, tecnologici ed organizzativi che le ditte produttrici e/o fornitrici dei dispositivi protesici devono possedere per l’inclusione nell’Elenco regionale.
La legge 15 luglio 2011, n. 111 di conversione del decreto n. 98/2011 all’art. 17, co.1 lett.c dispone: “a decorrere dal 1° gennaio 2013 la spesa sostenuta dal Servizio sanitario nazionale per l’acquisto dei dispositivi medici, tenuto conto dei dati riportati nei modelli di conto economico (CE), compresa la spesa relativa all’assistenza protesica, è fissata entro un tetto a livello nazionale e a livello di ogni singola regione, riferito rispettivamente al fabbisogno sanitario nazionale standard e al fabbisogno sanitario regionale standard di cui agli articoli 26 e 27 del decreto legislativo 6 maggio 2011, n. 68. Ciò al fine di garantire il conseguimento degli obiettivi di risparmio programmati. Il valore assoluto dell’onere a carico del Servizio sanitario nazionale per l’acquisto dei dispositivi di cui alla presente lettera, a livello nazionale e per ciascuna regione, è annualmente determinato dal Ministro della salute, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze. Le regioni monitorano l’andamento della spesa per acquisto dei dispositivi medici: l’eventuale superamento del predetto valore è recuperato interamente a carico della regione attraverso misure di contenimento della spesa sanitaria regionale o con misure di copertura a carico di altre voci del bilancio regionale. Non è tenuta al ripiano la regione che abbia fatto registrare un equilibrio economico complessivo”
Nell’ottica di una razionalizzazione della spesa per l’assistenza protesica, con il Piano Operativo 2013-2015 di cui alla DGR n.1403 del 04/07/2014 la Regione ha assunto l’impegno di mettere in atto le seguenti iniziative:
- Istituzione dell’Elenco regionale dei prescrittori di dispositivi protesici al fine di verificare l’appropriatezza prescrittiva, nonché il controllo della spesa;
- Attivazione di procedure ad evidenza pubblica da parte delle Aziende sanitarie per la fornitura dei dispositivi/ausili protesici di cui all’elenco 2 allegato al DM 332/99, così come previsto dall’art.32, co.32 della L.R. n.4/2010;
- Attivazione di procedure ad evidenza pubblica da parte delle Aziende sanitarie per il riutilizzo dei dispositivi/ausili protesici di cui all’elenco 2 allegato al DM 332/99.

A tal riguardo, presso il Servizio Programmazione Assistenza Ospedaliera Specialistica e Accreditamento si propone di istituire ed, al contempo, nominarne i relativi Componenti, un Tavolo tecnico sull’Assistenza protesica, composto da rappresentanti dell’Assessorato al Welfare e dell’Ares Puglia, così composto:
- dott. Vincenzo POMO
Direttore dell’Area dell’Area Politiche per la promozione della Salute, delle persone e delle pari opportunità - Dirigente ad interim del Servizio Programmazione Assistenza Ospedaliera Specialistica e Accreditamento - con funzioni di Coordinamento;
- dr.ssa Elena MEMEO
Alta professionalità “Riabilitazione - Strutture residenziali e semiresidenziali, centri diurni e ambulatoriali - Strutture sociosanitarie” del Servizio Programmazione Assistenza Ospedaliera Specialistica e Accreditamento;
- dott. Vito PIAZZOLLA
Dirigente del Servizio Integrazione Ospedale Territorio e Integrazione Socio Sanitaria

Al predetto Tavolo tecnico si propone di affidare i seguenti compiti:
- individuare i criteri di eleggibilità per la redazione dell’Elenco prescrittori di dispositivi protesici al fine di verificare l’appropriatezza prescrittiva, nonché il controllo della spesa; proporre linee guida regionali per le prescrizioni dei dispositivi/ ausili protesici;
- affrontare, qualora se ne ravvisi la necessità, ogni altra tematica inerente l’Assistenza protesica.

La partecipazione ai lavori del predetto Tavolo tecnico deve intendersi a titolo gratuito.
Il Tavolo tecnico di cui innanzi, qualora ne preveda la necessità, potrà individuare e far intervenire ai lavori altre professionalità.

COPERTURA FINANZIARIA DI CUI ALLA L.R. n.28/2001 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONE ED INTEGRAZIONI
La presente deliberazione non comporta implicazioni di natura finanziaria sia di entrata che di spesa e dalla stessa non deriva alcun onere a carico del Bilancio Regionale.
Il presente schema di provvedimento rientra nelle competenze della Giunta Regionale a norma dell’art. 4, comma 4 lettera k) della L.R. 7/1997.

L’Assessore relatore, sulla base delle risultanze istruttorie come innanzi illustrate, propone alla Giunta l’adozione del conseguente atto finale.


LA GIUNTA

Udita la relazione e la conseguente proposta dell’Assessore;

Viste le sottoscrizioni poste in calce al presente schema di provvedimento dalla Responsabile della A.P “Riabilitazione - Strutture residenziali e semiresidenziali, centri diurni e ambulatoriali - Strutture sociosanitarie”, dalla AP “Gestione e monitoraggio degli accordi contrattuali rivenienti dall’art. 8 - quinquies del D. L.vo 502/92”, dal Dirigente dell’Ufficio e dal Dirigente del Servizio Programmazione Assistenza Ospedaliera e Specialistica e Accreditamento;

A voti unanimi espressi nei modi di legge;
DELIBERA

Per le motivazioni espresse in premessa che quivi si intendono integralmente riportate

di istituire ed, al contempo, nominarne i relativi Componenti, un Tavolo tecnico sull’Assistenza protesica, composto da rappresentanti dell’Assessorato al Welfare e dell’Ares Puglia, come di seguito individuato:

- dott. Vincenzo POMO
Direttore dell’Area dell’Area Politiche per la promozione della Salute, delle persone e delle pari opportunità - Dirigente ad interim del Servizio Programmazione Assistenza Ospedaliera Specialistica e Accreditamento - con funzioni di Coordinamento;

- dr.ssa Elena MEMEO
Alta professionalità “Riabilitazione - Strutture residenziali e semiresidenziali, centri diurni e ambulatoriali - Strutture sociosanitarie” del Servizio Programmazione Assistenza Ospedaliera Specialistica e Accreditamento;

- dott. Vito PIAZZOLLA
Dirigente del Servizio Integrazione Ospedale Territorio e Integrazione Socio Sanitaria;

di affidare al predetto Tavolo tecnico i seguenti compiti:

individuare i criteri di eleggibilità per la redazione dell’Elenco prescrittori di dispositivi protesici al fine di verificare l’appropriatezza prescrittiva, nonché il controllo della spesa;

proporre linee guida regionali per le prescrizioni dei dispositivi/ausili protesici; affrontare, qualora se ne ravvisi la necessità, ogni altra tematica inerente l’Assistenza protesica;

di stabilire che la partecipazione ai lavori del predetto Tavolo tecnico deve intendersi a titolo gratuito;

di stabilire che il Tavolo tecnico di cui innanzi, qualora ne preveda la necessità, potrà individuare e far intervenire ai lavori altre professionalità;
di notificare il presente provvedimento ai componenti del Tavolo tecnico sull’Assistenza protesica a cura del Servizio proponente;

di disporre la pubblicazione del presente provvedimento sul Portale regionale della Salute www.sanita.puglia.it;

di disporre la pubblicazione del presente provvedimento sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia, ai sensi della L.R. 13/94.

Il Segretario della Giunta Il Presidente della Giunta
Dott.ssa Antonella Bisceglia Dott. Nichi Vendola

_________________________