Direttore responsabile: Dott.ssa Antonella Bisceglia
Bandiera Europa





Press Regione

(PressRegione - Agenzia Giornalistica,
Direttore responsabile Elena Laterza - Iscritta al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n. 26/2003)
I tre protocolli Regione - Guardia di Finanza presentati oggi in Fiera
Presentati oggi in conferenza stampa presso il padiglione della Regione i tre protocolli d’intesa tra Guardia di Finanza e Regione Puglia per il contrasto ai reati in materia ambientale, di lavoro e di sanità. Gli accordi prevedono una collaborazione tra Regione e Fiamme gialle per reprimere i reati come la discarica abusiva, l’inquinamento ambientale e le violazioni della legge sui rifiuti, la lotta al lavoro nero o irregolare, il controllo sulle esenzioni dei ticket, le prescrizioni farmaceutiche e la mobilità verso le altre regioni per motivi sanitari. Oggi è stata l’occasione per fare il punto sui tre protocolli attivi. Per la Guardia di Finanza, che quest’anno ha uno spazio espositivo presso il padiglione istituzionale della Regione Puglia, ha partecipato il generale Luciano Inguaggiato, per la Regione il presidente Vendola e gli assessori Losappio, Barbieri e Tedesco. Per Michele Losappio, assessore all’Ecologia, “dobbiamo un ringraziamento alla GDF per quello che sta facendo in Puglia per la lotta contro l'evasione fiscale. Con i tre protocolli presentati oggi si possono premiare gli elementi di avanguardia e cominciare a recuperare quelli di arretratezza nei controlli in materia ambientale”. L’assessore al Lavoro Marco Barbieri ha sottolineato come “nelle forme attuali dello sviluppo economico il ruolo e senso della Gdf hanno molto più risalto. Così, nel campo della criminalità economica non si può fare a meno dell'opera di contrasto delle forze dell’ordine specializzate. La convenzione ci permetterà di attivare la repressione del lavoro nero, già attivata con risultati soddisfacenti e inquietanti, per l’estensione del fenomeno. La Guardia di Finanza – come prevede la convenzione – analizzerà approfonditamente i settori economici dove il lavoro nero più radicato”. L’assessore alla Sanità, Alberto Tedesco, ha ribadito che la “nel campo sanitario il controllo delle attività allarga una convenzione gia esistente. E’ uno strumento operativo per l’esercizio del controllo dell’evasione fiscale, con la sottrazione dal pagamento delle prestazioni e delle forme di illegalità di accesso dei nostri cittadini verso strutture sanitarie extraregionali. La complessità del servizio sanitario e il volume delle risorse devono comportare necessariamente controlli mirati per la trasparenza”. Il comandante generale della Gdf in Puglia, Luciano Inguaggiato ha dichiarato che “esiste ora l’esigenza di elaborare moduli operativi per le tre convenzioni, in materia sanitaria, di lavoro e di sanità, sarà la prossima sfida comune”. Concludendo, il presidente Vendola ha detto che “occorre lavorare e per una nuova coniugazione tra legalità e sviluppo economico. La Regione non si occupa di perseguire reati l’accordo con la Guardia di Finanza ci dà uno strumento in più. I pubblici amministratori sono indagabili per eccellenza e noi dobbiamo essere oggetto di monitoraggio e controllo: perché più sono le informazioni che circolano e più la società civile può essere garantita, ricostruendo un ‘ethos’ pubblico già devastato nella nostra società”. Vendola ha poi detto che “il merito storico della Guardia di Finanza è aver dichiarato e vinto una guerra contro il ciclo economico-criminale del contrabbando, che era accettato socialmente. Un modello repressivo intelligente e raffinato lo ha sgominato”.
Condividi via email  Visualizza in formato pdf Condividi su facebook Condividi su Twitter
Data: Ven, 14 Settembre 2007 @ 12:42
Categoria: Comunicati S. Stampa Giunta
Scritto da: