Direttore responsabile: Dott.ssa Antonella Bisceglia
Bandiera Europa





Press Regione

(PressRegione - Agenzia Giornalistica,
Direttore responsabile Elena Laterza - Iscritta al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n. 26/2003)
Tedesco firma contratto integrativo per pediatri di famiglia
E' stato sottoscritto oggi, presso l'Assessorato alle Politiche della Salute e dall'assessore Alberto Tedesco con le organizzazioni di categoria, l'accordo integrativo per i pediatri pugliesi, con il quale la Regione ha completato - dopo la firma dell'accordo con i medici di medicina generale - il programma d'intese con i medici convenzionati per lo sviluppo dell'assistenza primaria.
I pediatri di libera scelta in Puglia sono 585 e assistono una popolazione pediatrica di 476.841 assistiti che, in considerazione della distribuzione territoriale, pone l'esigenza di assicurare una sufficiente e appropriata diffusione degli ambulatori di pediatria. Questa considerazione è alla base della scelta di incentivare lo sviluppo delle forme di associazionismo in rete, riservando le forme di associazione di gruppo e la partecipazione dei pediatri alle associazioni complesse con i medici di medicina generale ai contesti dei grandi centri urbani e aree metropolitane.
L'assistenza pediatrica si caratterizza per il forte impegno nell'area della prevenzione e delle cure per i pazienti affetti da malattie rare.
L'accordo sottoscritto impegna i pediatri nelle attività programmate riferite a questi due ambiti di intervento.
In particolare, i pediatri parteciperanno attivamente ai programmi regionali di contrasto all'obesità (patologia questa che vede la nostra regione tra quelle con la più alta prevalenza in età pediatrica) e
forniranno un prezioso contributo nel programma di verifica dei percorsi assistenziali riservati ai piccoli pazienti affetti da patologia rara.
L'attività di prevenzione si arricchisce di una importante implementazione, avendo l'accordo previsto la effettuazione di due nuovi bilanci di salute che riguardano i bambini di 8 e 12 anni, prolungando in
tal modo il periodo di osservazioni programmate a tutela di un fisiologico sviluppo del bambino.
Per la promozione dell'attività sportiva i pediatri si impegnano a effettuare le visite propedeutiche al rilascio delle certificazioni di idoneità, senza costi per le famiglie.
L'accordo si qualifica inoltre per l'impegno dei pediatri ad aderire al progetto regionale per il miglioramento dell'assistenza pediatrica. In ogni azienda USL sarà possibile realizzare programmi di assistenza a bambini affetti da patologie croniche che richiedono precisi e appropriati percorsi assistenziali (autismo, disturbi del linguaggio e dell'apprendimento, malattie endocrine, celiache, asma, ecc.), con l'impegno presso gli ambulatori di pediatria di professionisti contrattualizzati direttamente dai pediatri convenzionati.
I risultati delle sperimentazioni effettuate consentiranno la individuazione di modelli organizzativi di rilievo regionale per una più efficiente ed efficace presa in carico dei pazienti.
L'accordo integrativo regionale non prevede infine incentivi legati ad automatismi di natura salariale, l'impiego di risorse regionali per lo sviluppo dell'assistenza pediatrica, in un contesto di piena assunzione di responsabilità da parte dei pediatri pugliesi.
Il costo dei programmi per prevenzione obesità e malattie rare, con i due bilanci di salute 8 -12anni sarà di 1 milione di euro, quello per le patologie croniche costerà1.3 milioni di euro. L'accordo prevede anche la rivisitazione del libretto pediatrico.
Condividi via email  Visualizza in formato pdf Condividi su facebook Condividi su Twitter
Data: Mer, 05 Dicembre 2007 @ 11:18
Categoria: Comunicati S. Stampa Giunta
Scritto da: