Direttore responsabile: Dott.ssa Antonella Bisceglia
Bandiera Europa





Press Regione

Curcuruto sottoscrive protocollo per valorizzare borghi storici di Puglia

 

Otto firme per collaborare insieme affinchè possano essere rigenerati e valorizzati i Borghi storici più belli della Puglia. Questa mattina, presso la Presidenza della Regione Puglia, l’assessore alla Pianificazione territoriale, Urbanistica e Assetto del territorio Anna Maria Curcuruto ha sottoscritto un protocollo d’intesa con i presidenti di ANCI - BORGHI PIU’ BELLI D’ITALIA, TOURING CLUB ITALIANO – BANDIERE ARANCIONI, BORGHI AUTENTICI D’ITALIA, SLOW FOOD e con i sindaci dei tre COMUNI UNESCO, Alberobello, Andria e Monte Sant’Angelo, per creare occasioni di sviluppo per le comunità locali attraverso l’attuazione di politiche di rigenerazione urbana dei piccoli borghi storici.

“Il protocollo d’intesa che sottoscriviamo oggi – ha detto l’assessore Anna Maria Curcuruto in conferenza stampa – è molto importante perché contiene una filosofia di base che abbiamo sempre condiviso. Quella cioè di far lavorare insieme i piccoli comuni. La forza è proprio nei piccoli che sperimentano forme associative tra di loro, facendo quindi sistema. Noi contiamo molto sui borghi che possono rappresentare la bellezza, la cultura, l’identità della Puglia. L’economia della nostra regione a mio avviso può essere basata moltissimo sulla valorizzazione delle aree interne, sulla rigenerazione non solo delle città e delle periferie, ma anche di tutti i territori, centri storici, parchi”.

“Il protocollo – ha continuato l’Assessore – nasce dalla legge regionale 44 del 2013 per il recupero, la tutela e la valorizzazione dei borghi più belli in Italia, in Puglia. La caratteristica fondamentale di questa intesa, che ha una validità triennale, è quella di potenziare e supportare, anche con il tutoraggio, i piccoli comuni, da sempre più attenti alla vita e al benessere dei propri cittadini, un buon biglietto da visita anche per i turisti che arrivano sul nostro territorio”.

Per quanto riguarda la copertura finanziaria, l’assessore Curcuruto ha spiegato che, pur non avendo trovato spazi nel bilancio regionale, attraverso il bando per la rigenerazione urbana, prorogato fino all’11 settembre, sarà possibile avvalersi di risorse.

“E’ vero – ha concluso l’assessore Curcuruto - non siamo riusciti nel bilancio a trovare spazio finanziario. Ma cogliamo l’occasione del bando in corso per la rigenerazione urbana (110 milioni di euro) nel quale avevamo già previsto una premialità per quelle aggregazioni di comuni alle quali partecipa uno degli oltre 100 borghi previsti dalla legge 44, cioè i borghi più belli, i borghi più autentici, i siti Unesco, le bandiere arancioni, slow food etc”.

Hanno partecipato alla conferenza stampa il presidente nazionale dei Borghi autentici d’Italia nonché sindaco di Melpignano, Ivan Stomeo, il sindaco di Pietramontecorvino, Raimondo Giallella, in rappresentanza dell’associazione I Borghi più belli d’Italia, Luciana D’Oronzo, in rappresentanza del Touring club – Bandiere Arancioni, Luigi Del Giudice, assessore alla Cultura e al turismo della città di Andria e numerosi altri sindaci e assessori comunali. (s.n.)

FOTO    FOTO2    FOTO3    

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Gio, 13 Luglio 2017 @ 13:32  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Emiliano oggi a commemorazione Michele Fazio, vittima innocente di mafia
Intervenendo oggi a Bari alla cerimonia di commemorazione per l’omicidio di Michele Fazio, giovane lavoratore innocente colpito da gruppi di mafiosi che si affrontavano armi alla mano, il presidente Michele Emiliano ha detto: “Ogni volta che ci ritroviamo qui, in largo Amenduni, mi viene in mente il racconto che voi mi avete fatto quella sera. Dettagli, perfino: come vi siete mossi, come vi siete avvicinati alla finestra per capire cosa era successo. Tutti quegli elementi che descrivono a che punto eravamo arrivati, come avevamo accettato di vivere”. “Voi due – ha detto Emiliano rivolgendosi ai genitori di Michele, Pinuccio e Lella Fazio - con la forza che viene solo dal dolore siete statti capaci di trasformare quel momento inaccettabile. Cose inaccettabili anche per noi, per le forze dell’ordine, per i magistrati: neanche noi eravamo in grado di accettare quello che era accaduto. Perché esistono anche codici non scritti tra chi decide stupidamente di fare il delinquente e chi invece serve lo Stato cercando di mettere pace tra la nostra comunità. E quella sera era accaduta una cosa che era fuori dal codice, che non doveva accadere. E che poteva finire lì, se non ci foste stati voi due insieme a una comunità che vi ha seguito, assieme a persone straordinarie che ho avuto al mio fianco. Come Stefano Fumarulo, che oggi manca a tutti noi in una maniera disperata. Stefano mi manca in queste giornate quando era lui che mi diceva dove andare e cosa fare”. “Stefano ha fatto per me quello che per te – ha detto il presidente rivolgendosi a Pinuccio Fazio - ha fatto Michele Laforgia: mi diceva i particolari, cosa dire, cosa fare, mi raccontava i problemi”. Stefano, che si è formato insieme a Libera ed è diventato un uomo su cui fare riferimento in molti, aveva poi cominciato la sua esplorazione nel mondo del caporalato, diverso dalle strade di Bari Vecchia. Caporalato che fa parte del mondo pugliese anch’esso e affrontandolo probabilmente si era stancato troppo. Perché quel di cui parliamo nelle cerimonie ufficiali è frutto di fatiche, di stanchezze, di momenti difficili in cui si sente la pressione del mondo che ti chiede di risolvere i problemi”. “Da genitori – ha proseguito - voi avete insegnato a tutti che la giustizia non è una robetta che si conclude in fretta, ma che va inseguita faticosamente per una vita intera. E decidendo di spostare la cerimonia di un giorno avete dimostrato che volete fare comunità anche con le vittime della strage dei treni. Perché sapete che la ricerca della legalità e della giustizia unisce tutti attraverso l’esercizio dei diritti di cittadinanza. Il 12 Luglio sarà sempre la giornata che ricorda Michele, la giornata che ricorda la strage dei treni e la giornata sulla sicurezza dei trasporti”. “Uno dei modi - ha concluso - per “dare senso a quel che senso non ha” è quello di muoversi insieme alle istituzioni per creare un nuovo senso comune. Le istituzioni non sono perfette, ma sono più importanti dei singoli uomini delle istituzioni che commettono errori. Le istituzioni che sanno cambiare e sanno rinnovarsi sono la democrazia, sono il presidio contro le mafie. Dal cammino che abbiamo fatto dalla sera di Michele Fazio non possiamo tornare indietro: lo ribadiamo a voi e a vostro figlio: noi non torneremo mai indietro”.
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Gio, 13 Luglio 2017 @ 12:53  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Lettera assessore Giannini a presidente Emiliano

L'assessore Giovanni Giannini ha inviato questa lettera al Presidente della Regione Puglia:

Caro Presidente,

stamattina mi è stata notificata una informazione di garanzia per i reati di cui agli artt. 110, 318, 319 e 321 c.p. Per quanto ho potuto evincere dall’avviso, si tratta di fatti distinti da quelli contestati ad imprenditori, esponenti politici e funzionari pubblici con le ordinanze di custodia cautelare pure eseguite nella prima mattinata. Mi si contesta, in sostanza, di essere intervenuto a favore di due imprenditori, ricevendo in cambio non meglio specificate “utilità”, fra cui la fornitura di un “salotto” in favore di mia figlia. Si tratta di accuse del tutto infondate. Come credo sia noto, e non solo in Regione, nella mia attività istituzionale non ho mai favorito nessuno, tantomeno per riceverne a mia volta favori o prebende di qualsiasi genere.  Sono certo, pertanto, che anche in questo caso sarà rapidamente accertata la correttezza del mio comportamento e, comunque, la mia estraneità a qualsiasi illecito. Ritengo tuttavia doveroso, per ovvie considerazioni di opportunità politica, rimettere nelle Tue mani le deleghe a suo tempo conferitemi.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 12 Luglio 2017 @ 18:57  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Piemontese firma protocollo con Capitanerie di Porto

La Regione Puglia “fa il pieno” ai mezzi nautici e terrestri della Guardia Costiera per rafforzare la protezione e la sicurezza in mare dell’estate in Puglia. “Ci vedrete ovunque”, ha detto il Contrammiraglio Giuseppe Meli, Direttore Marittimo della Puglia e Basilicata Jonica, siglando stamattina il protocollo d’intesa con l’assessore regionale al Bilancio, Raffaele Piemontese, che ha la delega e al Demanio costiero e portuale. “Incrementiamo le potenzialità operative messe in campo dalle Capitanerie di Porto pugliesi – ha spiegato Piemontese –, con particolare riguardo all’operazione ‘Mare sicuro’, per garantire la sicurezza dei bagnanti e di chi fa nautica da diporto, il contrasto degli abusi, il pronto intervento e soccorso, la protezione dell’ambiente e degli ecosistemi marini”. La firma del Protocollo d’Intesa tra Regione Puglia e Direzione marittima è avvenuta a Vieste, nell’Aula del Consiglio comunale, ospiti del sindaco Giuseppe Nobiletti, che ha interpretato la scelta “di siglarla da uno dei maggiori poli di attrattività del turismo balneare che catalizza la Puglia, utile a dare la giusta risonanza a un’attività vitale per noi sindaci di comuni rivieraschi, concentrati nel far funzionare un sistema di servizi messo in tensione dalla presenza dei turisti”.

Meli, che ha ospitato l’assessore Piemontese a bordo di una motovedetta che ha percorso il tratto di mare dal porto turistico “Marina del Gargano” di Manfredonia a Vieste, ha rimarcato “l’attenzione dell’Amministrazione regionale pugliese per le attività della sicurezza in mare e in generale verso le sue coste, di cui, sulla scorta dei miei 36 anni di carriera, ho potuto osservare l’eccellenza”. Elaborato dagli uffici del Dirigente della Sezione Demanio e Patrimonio della Regione Puglia, Giovanni Vitofrancesco, e del Responsabile del Servizio Demanio e Ambiente della Direzione Marittima, Capitano di Fregata Alessandro Cortesi, il protocollo prevede che dal bilancio regionale sia destinato un supplemento di risorse, pari a 40 mila euro, che, nelle settimane di massima presenza di turisti, servirà a coprire le spese di rifornimento di carburante dei mezzi nautici e terrestri della Guardia costiera, moltiplicandone i servizi di pattugliamento lungo gli 865 chilometri di costa. “Garantendo questo rafforzamento dei servizi di protezione e sicurezza – ha concluso l’assessore Piemontese – investiamo nella tutela dell’economia del mare che, secondo il Rapporto diffuso nel 2016 da Unioncamere, in Puglia produce un valore aggiunto di oltre 2 miliardi e 700 mila euro e occupa 65.600 persone”.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 12 Luglio 2017 @ 18:08  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Giannini rimette le deleghe. Dichiarazione Emiliano
L’assessore Gianni Giannini ha rimesso le deleghe al presidente della Regione Puglia Michele Emiliano. Allo stato il presidente ha deciso di trattenere per sé le deleghe suddette. Tale decisione è motivata esclusivamente dall’intento di tutelare l’amministrazione regionale e di consentire una serena prosecuzione delle indagini. "Ringrazio Gianni Giannini per la sensibilità dimostrata, qualità lo contraddistingue da sempre. Conosco bene la sua competenza e la sua onestà e per questo sono fiducioso che egli saprà dimostrare la sua totale estraneità alle accuse contestate", dichiara Emiliano.
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 12 Luglio 2017 @ 16:46  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Emiliano ad un anno dalla tragedia ferroviaria sulla linea Bari Barletta

 
"È passato un anno da quella tragica mattina del 12 Luglio 2016, in cui persero la vita ventitré persone. Per me e per tutti i pugliesi il ricordo di quella sciagura è più vivo che mai. Tragedie come quella accaduta tra Andria e Corato ci spaventano, causano dolore, amputano affetti e amicizie e annichiliscono la voglia di andare avanti e proseguire il cammino. Ma è altrettanto vero che in quelle terribili ore, i pugliesi furono i silenziosi testimoni di ciò che è capace di compiere con dedizione e generosità la Puglia più brava, più onesta e preparata.

La Puglia, oggi, rinnova il proprio affetto verso le famiglie coinvolte e conferma l’impegno a rimanere al fianco di chi è stato colpito da questo tragico evento, fino a che non verrà accertata tutta la verità.

Da parte nostra, continueremo a lavorare affinché la sicurezza della rete ferroviaria sia assicurata da coloro che debbono impiegare i nostri finanziamenti per ottenere questo scopo. E solleciteremo l'Agenzia nazionale per la sicurezza ferroviaria a vigilare con quotidiana puntualità sugli adempimenti necessari a garantire trasporti sicuri.

Accolgo convintamente, pertanto, la proposta formulata dai familiari delle vittime, che il 12 luglio venga individuata come la Giornata pugliese per la sicurezza dei trasporti".

 

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 12 Luglio 2017 @ 16:20  » Comunicati S. Stampa Presidente «
Emiliano su ADI: "Bene la Puglia ma occorre ancora lavorare"

Ministero della Salute. Presentato a Roma nel corso degli Stati generali dell’Assistenza a Lungo termine di ITALIA LONGEVA, il rapporto sulle prestazioni domiciliari:
la Puglia per la prima volta sopra la media nazionale

In Italia solo il 2,77% degli anziani è assistito in ADI (Assistenza Domiciliare Integrata) per un numero medio di 18 ore all’anno di assistenza sanitaria (accessi quindi dei medici e degli infermieri, a differenza invece delle prestazioni e dell’assistenza sociosanitaria erogata dai singoli comuni).

La Puglia, negli ultimi anni è passata dall’1,6% del 2014 al 3% del 2016 per un numero medio di 38 ore all’anno (sempre di prestazioni sanitarie). Questo dato attesta che per la prima volta la Puglia è sopra la media nazionale che è di 18 ore all’anno. La Puglia, ad esempio, ha più ore erogate della Lombardia che ne ha 20 oppure del Lazio che ne ha 19, come si evince dalla tabella allegata.

I dati, presentati ieri a Roma nel corso della seconda edizione degli Stati Generali dell'assistenza a lungo termine (Long Term Care 2), sono del Ministero della Salute che ha commissionato un sondaggio a Italia Longeva, network scientifico dedicato all'invecchiamento attivo e in buona salute. In particolare, Italia Longeva ha presentato i risultati della ricerca nazionale “La babele dell’assistenza domiciliare in Italia: chi la fa, come si fa”, per comprendere in concreto come siano organizzati i servizi di assistenza domiciliare integrata in tutte le Regioni italiane. I dati indicano che a ciascun paziente si dedicano in media 18 ore di assistenza domiciliare sanitaria (accessi medico-infermieristici) ogni anno. In Puglia questo dato è nettamente superiore, arriva infatti a 38 ore annue, a cui ovviamente va aggiunto il monte ore erogato per gli stessi pazienti dai Comuni come prestazioni socio assistenziali domiciliari.

“Il balzo in avanti della Puglia è evidente e ci restituisce lo sforzo che tutte le Asl stanno compiendo per mettere a regime le prestazioni sanitarie territoriali – ha commentato il presidente Emiliano – così come anche quello da parte dei Comuni che, sia con l’apporto delle risorse nazionali del PAC Servizi di Cura sia con le risorse regionali per i buoni servizio, stanno potenziando significativamente l’apporto di prestazioni domiciliari. E tuttavia, allo stesso tempo questi dati sono un campanello d’allarme che ci deve spingere a continuare a lavorare in questo senso. Occorre dare una risposta ottimale in termini di gestione dell’assistenza domiciliare per la cura a lungo termine degli anziani fragili o con malattie croniche che, dai dati invece, risulta oggi essere un privilegio. Il dato comunque della Puglia – ha concluso Emiliano – è un dato importante perché l’ADI è uno dei 32 indicatori monitorati per i Lea (i livelli essenziali di assistenza)”. (s.n.)

 

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 12 Luglio 2017 @ 15:40  » Comunicati S. Stampa Presidente «
Curcuruto firma domani Protocollo per salvaguardia dei Borghi storici pugliesi

 

 

L’assessore alla pianificazione territoriale, Annamaria Curcuruto, siglerà domani, alle ore 11.00, il Protocollo d’Intesa tra la Regione Puglia; Anci- Borghi più belli d’Italia; Borghi Autentici di Italia, Comuni Unesco ( Alberobello, Andria, Monte sant’Angelo); Slow Food- Città Slow; Touring Club Italiano – Bandiere Arancioni per la conservazione, il recupero e la valorizzazione dei borghi storici presenti nel territorio regionale.
Il contenuto del documento sarà illustrato dall’assessore Curcuruto nel corso di una conferenza stampa. L’incontro con i giornalisti si svolgerà presso la sala stampa della Presidenza regionale ( 2° piano, L.mare N. Sauro, 31-33), a Bari.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 12 Luglio 2017 @ 12:49  » «
Amianto. Nota Santorsola su proroga autonotifica



“Lo strumento dell’autonotifica, in relazione ai rischi provenienti da manufatti in amianto, rappresenta un elemento di approfondimento della conoscenza del problema, su base regionale, del quale l’amministrazione non può fare a meno in relazione alla necessitò di pianificare interventi ed individuare risorse. Il Piano regionale per la decontaminazione dall’amianto, approvato nel 2015, ha come presupposto essenziale un quadro conoscitivo della situazione che fotografi l’intero territorio regionale. Sebbene, alla scadenza inizialmente fissata al 21 aprile scorso, siano giunte quasi 6mila autonotifiche che hanno evidenziato lo stato di conservazione e i rischi riguardanti circa 5.700 tonnellate di materiale (tra friabile e compatto) presente nella nostra regione, riteniamo che i dati non siano esaustivi”. Così l’Assessore alla Qualità dell’Ambiente della Regione Puglia, Domenico Santorsola, motiva la proroga per la consegna delle auto notifiche, approvata ieri dalla Giunta regionale( come da agenzia regionale 764.17)

“Circa il 60% delle autonotifiche giunge dalle province di Lecce e di Bari; i dati provenienti dalle altre province sono troppo bassi per essere verosimili, per questo proroghiamo termini sperando che, ancora una volta, la sensibilità dei cittadini e delle istituzioni locali ci permetta di arricchire il quadro ed avere idee più precise in modo da poter intervenire efficacemente. Intendiamo – prosegue Santorsola – individuare dei criteri di premialità per i comuni che saranno stati particolarmente sensibili nel coinvolgere i cittadini e nel segnalare la presenza di manufatti da attenzionare. L’obiettivo comune è quello di contenere i rischi di esposizione e di avviare una strategia regionale di corretto smaltimento dell’amianto ed invitiamo tutti a collaborare con questo obiettivo comune”.

 

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 12 Luglio 2017 @ 11:03  » Comunicati sedute Giunta Regionale «
Trasparenza: Puglia tra le prime regioni per il sito web
La Puglia è tra le prime 5 Regioni al vertice della graduatoria nazionale della trasparenza dei siti web delle Regioni. Le Regioni sono Umbria, Marche, Veneto, Puglia e Piemonte. Il dato è stato rilevato dalla Bussola della Trasparenza, la piattaforma web del Governo nazionale che rileva in maniera automatica e periodica gli aggiornamenti di tutti i siti web delle Pubbliche amministrazioni, monitorando la presenza delle sezioni previste per legge (come i Bandi di gara e i contratti), con le specifiche previste dalle norme. La classifica della trasparenza dei siti, consultabile all’indirizzo internethttp://bussola.magellanopa.it/index.php?id=141&tipo_amministrazione=29 , è realizzata in base al monitoraggio automatico che verifica il rispetto delle norme sui siti web delle PA, riguardo il concetto di trasparenza intesa come accessibilità totale delle informazioni sull’organizzazione e sull’attività delle pubbliche amministrazioni, per favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche. Il sito regionale è raggiungibile all’indirizzo www.regione.puglia.it
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 12 Luglio 2017 @ 09:14  » Comunicati S. Stampa Giunta «
(PressRegione - Agenzia Giornalistica,
Direttore responsabile Elena Laterza - Iscritta al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n. 26/2003)