SEI QUI:

Anno 2010 - VI Censimento Agricoltura

Fase di Progettazione, adempimenti legislativi, atti deliberativi

La realizzazione del 6° Censimento Generale dell'Agricoltura rientra fra gli obblighi di rilevazione previsti dal Regolamento (CE) n.166/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 novembre 2008, riguardante le indagini sulla struttura delle aziende agricole e sui metodi di produzione agricola e dal Regolamento (CEE) n. 357/79 del Consiglio del 5 febbraio 1979 e successive modificazioni, relativo alle indagini statistiche sulle superfici viticole. Obiettivo del Censimento è di fornire un quadro informativo statistico sulla struttura del sistema agricolo e zootecnico a livello nazionale, regionale e locale e consentire l'aggiornamento e la validazione del registro statistico delle aziende agricole, realizzato dall'Istat attraverso l'integrazione di banche dati di natura amministrativa. L'art. 17, comma 1, del decreto-legge 25 settembre 2009, n. 135, convertito con modificazioni, dalla legge 20 novembre 2009, n. 166, affida all'Istat l'esecuzione del 6° Censimento generale dell'agricoltura, da effettuare nel 2010.
Come previsto nel protocollo di intesa fra Istat e Regioni, approvato nella seduta del 26.11.2009 della Conferenza Unificata e sottoscritto in data 17.12.2009 e nel regolamento di esecuzione del censimento approvato con decreto n. 154 del Presidente della Repubblice il 23 luglio 2010, ai sensi dell'art. 17 del decreto-legge 135/2009, convertito con modificazioni nella legge n. 166/2009, l'Istat ha trasmesso il Piano Generale del 6° Censimento generale dell'agricoltura per consentire alle Regioni la predisposizione delle strutture organizzative più adatte alle esigenze censuarie. L'Istat ha predisposto una piattaforma web informativa.

Organizzazione della rete di rilevazione VI Censimento
In generale, il sistema organizzativo censuario tiene conto delle competenze specifiche delle Regioni in materia di agricoltura e dell'esperienza acquisita dai loro Uffici di statistica nella conduzione di varie rilevazioni campionarie iscritte nel Programma Statistico Nazionale ed inerenti la struttura e le produzioni delle aziende agricole. La flessibilità organizzativa trova il suo compimento nella definizione di due modelli organizzativi alternativi, uno ad "alta partecipazione" e uno a "partecipazione integrativa" della Regione. 

La Regione Puglia ha adottato il modello organizzativo a partecipazione integrativa. Nel modello a partecipazione integrativa la Regione predispone il proprio Piano Integrato di Censimento (PIC), che è stato approvato dalla Giunta  della Regione Puglia nei tempi previsti dall'art. 8, comma 2 dello schema di regolamento.

Attraverso la nota n. 2166 del 15/04/2010 l'ISTAT ha informato i Comuni e le Province della Puglia di costituire i relativi uffici di censimento entro il 31 maggio pv. La successiva circolare n. 3 prot. n. 2533 del 4 maggio 2010 esplicita le modalità attraverso le quali tali amministrazioni dovranno informare l'ISTAT dell'avvenuta costituzione di tali uffici (allegato 1 per le Province e allegato 2 per i Comuni).


Fase operativa regionale

Risultati

Il data warehouse del 6° Censimento generale dell'agricoltura contiene un patrimonio informativo dettagliato sulla struttura delle aziende agricole e zootecniche italiane, disaggregato fino al livello comunale. Il periodo di riferimento dei dati è il 24 ottobre 2010.  Le informazioni sono organizzate in due temi di primo livello: i dati riferiti al centro aziendale e quelli riferiti al comune di localizzazione dei terreni/allevamenti. I dati relativi al centro aziendale sono suddivisi in sei sotto temi di secondo livello: struttura delle aziende agricole, coltivazioni, allevamenti, manodopera, altre attività e serie storiche. Quest'ultimo sottotema consente il confronto con i tre precedenti censimenti agricoli per le principali variabili rilevate. I dati relativi al comune di localizzazione dei terreni/allevamenti sono suddivisi in due sottotemi di secondo livello: coltivazioni per ubicazione ed allevamenti per ubicazione. Il sistema è basato sulla tecnologia del data warehouse dell'Oecd (OECD.Stat), una piattaforma di software e servizi statistici adottata anche dall'Istat. L'accesso al sistema è libero e gratuito. I dati sono presentati in tavole multidimensionali, che offrono la possibilità di comporre tabelle e grafici personalizzati agendo sulle variabili, i periodi di riferimento e la disposizione di testate e fiancate. Un ampio apparato di metadati agevola il reperimento e la comprensione delle statistiche da parte degli utenti

Wednesday, 20 Apr 2016 - 13:19