SEI QUI:

Istat. Il consumo di alcol in Italia. Anno di riferimento 2016

L'Istat pubblica i dati sul consumo di alcol in Italia, riferiti all'anno 2016, provenienti dall'indagine annuale campionaria "Aspetti della vita quotidiana" che fa parte del sistema integrato di Indagini Multiscopo sulle famiglie. E' condotta su un campione di circa 24 mila famiglie. Il consumo di almeno una bevanda alcolica nel 2016 è più frequente nella provincia autonoma di Bolzano (73,3% delle persone di età maggiore di 11 anni); in Puglia è del 66,7% (64,7% in Italia). Il consumo di alcol giornaliero è maggiore in Emilia Romagna (28,4%), in Puglia è del 23%, in Italia del 21,4%. Questo dato si differenzia nel caso dei maschi, per i quali è il Molise la regione con il maggior consumo giornaliero (41,1%), in Puglia vale 37,2%, in Italia, 32,4%; per le femmine è l'Emilia Romagna (18,8%), in Puglia vale 9,7%, in Italia, 11,2%. In Friuli Venezia Giulia, nel 2016, il 60% di persone di più di 11 anni consumano vino. In Italia, è il dato più elevato. In Puglia, la percentuale è del 50,5%, inferiore al valore nazionale (51,7%). Anche il consumo di birra è più elevato in Friuli (55,3%); in Puglia vale il 50,6%, superiore al valore nazionale (47,8%). Consuma birra tutti i giorni il 7,6% di persone di più di 11 anni che vive in Valle d'Aosta. E' la percentuale più elevata, fra le regioni. In Puglia, vale 5,6%, superiore al valore italiano (4,3%). Per gli approfondimenti si può consultare la fonte e scaricare la tabella dei dati.

Thursday, 13 Apr 2017 - 08:31